Band

thumbnail

L’avventura Jamiromania (perché è così che si può chiamare) ha inizio nell’autunno del 2006 quando Andrea, Milo e Ivan, già componenti di una rock cover band del riminese, decidono di dar vita ad un ambizioso progetto musicale: lo scopo prefisso era creare un gruppo che permettesse di esprimersi nella maniera più professionale possibile ma al tempo stesso che sapesse divertirsi e fare divertire con la propria musica e con lo stile che più indiscutibilmente si addice loro…. il funky! Inevitabile quindi la scelta del tributo alla grande band inglese Jamiroquai, che dai primi anni novanta coinvolge e trascina il pubblico con il suo sound, quel genere di funk che fa venir voglia di alzarsi dalla sedia e scatenarsi in pista al solo primo giro di basso.

La ricerca dei restanti membri della band non risulterà affatto facile, dovendo infatti trovare altri validi musicisti interessati al progetto e disposti nel contempo a passare ore e ore in sala prove per prepararlo al meglio. L’impresa ha fine tra la primavera del 2007 e i primi mesi del 2008 quando entrano in formazione nell’ordine, Marco G. alle tastiere, Marco C. alla tromba e Filippo alla batteria, dando così un volto alla definitiva formazione della band. La “mission” principale del gruppo è riproporre lo spettacolo dei Jamiroquai cercando di curare nel dettaglio i minimi particolari che  caratterizzano la band inglese: dalla ricerca del sound perfetto alla completezza degli arrangiamenti, passando per lo studio dei costumi e della scaletta e arricchendo il tutto con la videoproiezione, per tutta la durata del concerto, di immagini sincronizzate e relativi video musicali. Due ore di spettacolo puro, spaziando dagli esordi acid-jazz dei primi due dischi alle atmosfere più            elettro-funk degli ultimi anni, fanno dei Jamiromania una band unica e completa.